Liturgia‎ > ‎

Servizio Liturgico

CHE COS'E' LA LITURGIA?
Anzitutto è necessario analizzare il significato della parola liturgia. Essa ha una duplice derivazione: dal latino liturgìa e dal greco leitourgìa. Letteralmente, dato che lèitos – làitos significano popolare, pubblico ed ergia per èrgon significa opera, ne deriva che unendo i due lemmi liturgia significa: azione, servizio pubblico, popolare che altrimenti può essere anche definita, come più correntemente viene chiamata: azione del popolo.
Per la Chiesa Cattolica, la liturgia è l'azione salvifica di Cristo che opera mediante il popolo dei battezzati. Nelle celebrazioni liturgiche Cristo si rende presente e agisce mediante preghiere ed azioni operate dalla comunità celebrante, riunita nel suo nome.
Il Concilio Vaticano II ha definito la liturgia, nella Costituzione Conciliare, come "il culmine verso cui tende l'azione della Chiesa e, al tempo stesso, la fonte da cui promana tutta la sua energia" Sacrosantum Concilium (n°10) (1964).

CHI SVOLGE IL SERVIZIO LITURGICO?
Dato che liturgia significa azione del popolo, tutti i fedeli che partecipano alla celebrazione dei sacramenti, e in special modo al sacramento dell'Eucarestia, sono parte attiva del servizio liturgico, attraverso la preghiera, la lode ed il ringraziamento a Dio Padre.

IN BREVE CHI E' IL MINISTRANTE?
Il ministrante è quel ragazzo  che serve all'altare durante le celebrazioni liturgiche. Il ministrante è anche chiamato "chierichetto". Il termine ministrante ha sostituito col tempo il termine "chierichetto" poichè riesce a far capire meglio il suo significato. Esso, infatti, deriva dal latino "ministrans", cioè colui che serve, secondo l'esempio di Gesù che non ha esitato Egli stesso a servire per primo e che invita a fare anche noi la medesima cosa amando i nostri fratelli.

NON SOLO SERVIZIO ALL'ALTARE
Ma essere ministrante non si riduce soltanto al servizio all'altare, che presta con diligenza, generosità, impegno, precisione, puntualità. Perchè:
•Il ministrante è un ragazzo che attraverso il Battesimo è diventato amico di Gesù che ci ha mostrato che Dio è Amore.
•Il ministrante è un ragazzo che nella vita di ogni giorno e con tutti cerca di vivere quello stile di amore che Gesù ci ha insegnato.

CHI PUO' ESSERE MINISTRANTE?
Il ministrante svolge un vero e proprio ministero liturgico (=un servizio d'amore!) così come i lettori, gli accoliti, i cantori... ma è un compito tutto speciale e originale perchè ciascuno nella Chiesa e nella vita è chiamato a qualcosa di bello. E' ministrante, allora, ogni ragazzo, adolescente o giovane che abbia compreso che la Chiesa è espressione di quella sinfonia d'amore che è Dio stesso. Un ragazzo che sa che Gesù è quell'amico che sa dare un colore speciale alla vita di ogni giorno vissuta nell'amore.
 
PER SAPERNE DI PIU'...
I corsi dei ministranti si tengono una volta all'anno da Novembre a Marzo , per preparare i nuovi ministranti all'azione liturgica domenicale e settimanale.
Partecipa anche tu alla liturgia e servi nella gioia Cristo!