Home‎ > ‎Rubrica del Parroco‎ > ‎

Piccolo diario, piccolo pro memoria

pubblicato 13 nov 2020, 08:41 da Parrocchia BVI   [ aggiornato il 14 nov 2020, 14:46 da Giovanni Vignali ]

⁃ Nella solennità di san Petronio e nel giorno della Beatificazione di padre Marella è stata resa pubblica la mia nomina

ad amministratore parrocchiale. Ricordo a me e a voi che una parrocchia è tale se, non solo idealmente ma anche nelle

concrete relazioni, è comunione organica con la Diocesi e si impegna nella realizzazione del piano pastorale e delle

note che il Vescovo offre. «Ricordo», come suggerisce la stessa etimologia, è un «riportare al cuore» e rivela, quindi,

un profilo personale, soggettivo e affettivo che si vuol vivere. La beatificazione di padre Marella ci indica anche che la

via privilegiata del nostro agire pastorale sono i poveri, i piccoli (non solo i bambini ma chi è ai margini perché senza

lavoro o casa, o salute, o cittadinanza). Mi permetto anche una nota giuridica: l’amministratore parrocchiale ha i diritti

e i doveri del parroco e, a differenza di questi, può essere revocato senza le sue dimissioni. Offro e chiedo preghiere e

franchezza nei rapporti. Grazie.

⁃ Domenica pomeriggio ho incontrato i genitori dei ragazzi che in novembre, domenica 8 e 15, nella celebrazione

Eucaristica riceveranno per la prima volta Gesù Pane di Vita. Nel rispetto delle scelte delle famiglie si è convenuto di

accogliere i desideri sia delle famiglie che accettano le due date proposte e sia delle famiglie che preferiscono posticipare

in altra data le celebrazioni per le ragionevoli motivazioni date.

⁃ Martedì sono stato nella curia arcivescovile per prendere i necessari contatti con alcuni uffici.

⁃ Giovedì ho presieduto la prima riunione del provvisorio CPAE (Consiglio pastorale per gli affari economici) per una

prima osservazione sui beni patrimoniali della parrocchia e per un primo esame della situazione finanziaria. Mentre

ringrazio i consiglieri che hanno partecipato all’incontro ho constatato che non vi è presenza del genio femminile -

auspicabile anche nella gestione dei beni economici - e di competenti in ambito strutture (geometri o ingegneri) e

legale. Qualora vi fossero persone disponibili per questa integrazione favoriscano contattarmi. In un prossimo notiziario

renderò conto della situazione patrimoniale. Mi scuso inoltre per non aver potuto ancora convocare le persone che

si sono rese disponibili per il provvisorio CPP (Consiglio Pastorale Parrocchiale).

⁃ Per la ripresa della catechesi, che senza dubbio ci sarà, sto riflettendo insieme con i responsabili della zona pastorale

perché il Covid19 ha rivelato una rottura anche nella pastorale delle parrocchie. Non basta un rattoppo e neppure fare

verifiche sui massimi sistemi che poi portano a minimi e frustranti risultati. Dobbiamo pregare, pregare, pregare; riflettere,

riflettere, riflettere; confrontarci, confrontarci, confrontarci.

⁃ L’unica attività pastorale che non si è fermata è stata la carità! Bene! siano rese grazie a Dio ma anche per questo

ambito non ci si può limitare all’elemosina in denaro o generi alimentari o all’aiuto per cercare lavoro.

Don Giuseppe

Comments