Comunità‎ > ‎

Consiglio Pastorale

Il Consiglio pastorale è un istituto previsto dal Codice di diritto canonico (CIC) della Chiesa cattolica. Suo scopo è quello di esprimere concretamente la natura gerarchico comunionale della chiesa, e di permettere quindi la partecipazione dei fedeli, che attraverso il proprio sacerdozio battesimale partecipano allo svolgimento e alla programmazione della vita pastorale della Chiesa.
 
 Il consiglio pastorale parrocchiale
 
La parrocchia viene definita come comunità di fedeli: per essere comunità vera, deve esprimere degli strumenti di corresponsabilità, che permettano ai fedeli di partecipare effettivamente alla sua missione. A questo scopo è previsto il Consiglio Pastorale Parrocchiale, definito dalle parole del canone 536 del CIC:
  1. Se risulta opportuno a giudizio del Vescovo diocesano, dopo aver sentito il consiglio presbiterale, in ogni parrocchia venga costituito il consiglio pastorale, che è presieduto dal parroco e nel quale i fedeli, insieme con coloro che partecipano alla cura pastorale della parrocchia in forza del proprio ufficio, prestano il loro aiuto nel promuovere l'attività pastorale.
  2. Il consiglio pastorale ha solamente voto consultivo ed è retto dalle norme stabilite dal Vescovo diocesano.
 Il CPP viene presieduto dal parroco ed ha voto consultivo: questo vuol dire che lavora attraverso ordini del giorno discussi insieme e votati a maggioranza, esprimendo così il proprio orientamento e il proprio parere, ma non può prendere decisioni vincolanti, le quali spettano solo al parroco.
 
 Composizione
 Sono membri di diritto del CPP i presbiteri, i diaconi, e i religiosi che prestano servizio nella parrocchia.
 
Ma la sua componente maggioritaria è normalmente rappresentata dai laici. Questi laici devono rappresentare uno specchio fedele del tessuto umano della parrocchia, per età, sesso, condizione sociale; normalmente rappresentano tutte le realtà, gruppi, movimenti ecc. eventualmente presenti in parrocchia. Il numero di questi membri laici e la modalità da seguire per la loro designazione vanno definiti dallo statuto parrocchiale.
 
 Ambiti di intervento
 Il suo scopo è di offrire sostegno e promozione all'attività pastorale della parrocchia: ricercare, discutere e presentare proposte concrete per le sue attività; programmarne le iniziative; favorire il coordinamento tra le varie realtà esistenti.
 
È uno strumento diretto a favorire la comunione tra il parroco e i parrocchiani, per stimolare la partecipazione dei fedeli, per coinvolgerli in modo responsabile.  
 
SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  20 k v. 1 20 giu 2012, 11:34 Parrocchia BVI
Ċ
Visualizza Scarica
  131 k v. 1 04 feb 2012, 13:20 Parrocchia BVI
SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  194 k v. 2 12 feb 2012, 07:01 Parrocchia BVI
Ċ
Visualizza Scarica
  197 k v. 2 12 feb 2012, 07:01 Parrocchia BVI
Ċ
Visualizza Scarica
  153 k v. 2 12 feb 2012, 07:01 Parrocchia BVI
SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  198 k v. 2 12 feb 2012, 07:01 Parrocchia BVI
Ċ
Visualizza Scarica
  157 k v. 2 12 feb 2012, 07:01 Parrocchia BVI
SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  154 k v. 2 04 feb 2012, 13:30 Parrocchia BVI
Ċ
Visualizza Scarica
  78 k v. 2 04 feb 2012, 13:30 Parrocchia BVI
SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  77 k v. 2 04 feb 2012, 13:30 Parrocchia BVI
Ċ
Visualizza Scarica
  80 k v. 2 12 feb 2012, 07:01 Parrocchia BVI
SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  28 k v. 2 05 ott 2012, 08:43 Giovanni Vignali
Ċ
Visualizza Scarica
  71 k v. 2 05 ott 2012, 08:43 Giovanni Vignali