Con l’acqua benedetta  portata a casa dalla celebrazione in un momento idoneo la famiglia si ritrova in preghiera

BENEDIZIONE DELLA FAMIGLIA E DELLA CASA

                                        Benedetto sei tu, Signore,

che nella Pasqua dell'esodo

hai preservato incolumi le case del tuo popolo

asperse con il sangue dell'agnello.

Nella Pasqua della nuova alleanza

ci hai donato il Cristo tuo Figlio, crocifisso e risorto,

come vero Agnello immolato per noi,

per liberarci dal maligno

e colmarci del tuo Spirito.

Benedici questa famiglia e questa casa,

e allieta tutti i suoi membri

con l'esperienza viva del tuo amore.

Per Cristo nostro Signore.     R. Amen.

SOSTIAMO CON IL SIGNORE
Con l’invocazione allo Spirito perché i doni del pane e del vino - frutti della terra e del lavoro dell’uomo -  diventino il Corpo e Sangue di Cristo, il racconto dell’istituzione e la consacrazione mediante le parole e i gesti di Cristo si compie il banchetto sacrificale con l’offerta del suo Corpo e del suo Sangue. È mistero della fede: annunciamo la sua morte, proclamiamo la sua risurrezione in attesa della sua venuta. Reale è la presenza di Gesù Cristo Risorto e termina quando si fa la Comunione. Ciò che rimane è sempre il Risorto e ci spinge a stare con lui per breve tempo – visita al Santissimo Sacramento – o tempo più prolungato. Non siamo a contemplare il Crocifisso, non siamo a vegliare un morto! Stiamo con il Vivente, che porta in sé i segni della croce, e gli portiamo la nostra vita di gioie e di dolori. Sempre Gesù Cristo è il Vivente e il tempo più idoneo per vivere le Quarantore è il tempo della Pasqua o dei giorni che precedono la solennità del Corpus Domini.

In questa ottava di Pasqua siamo invitati a sostare alla presenza di Gesù Risorto. Il Signore ti, ci aspetta: -       giovedì   alle h. 18, 30 messa segue adorazione fino alle h. 20  venerdì  alle h. 8,30 messa segue adorazione fino alle h.10;  alle h.19 segue adorazione fino alle 21


CATECHISMO NEL TEMPO PASQUALE

Cari genitori,

            nella gioia e nella speranza abbiamo celebrato il Triduo Pasquale. Il Signore ci ha chiamati e voi, con disponibilità e generosità, avete risposto vivendo la Messa nella Cena del Signore, la Via della Croce e l’incontro con il Risorto il giorno di Pasqua nel quale Alice e Tommaso sono rinati come figli di Dio.

            Il Signore cammina con noi e ci offre l’opportunità di stare con lui - nel sabato pomeriggio o nella domenica mattina (come avete scelto) - perché voi e noi, insieme, trasmettiamo la bellezza della fede alle nuove generazioni.

            La dolorosa esperienza della pandemia ci ha permesso di condividere il cammino tra le famiglie e realizzare il dono del Signore ai genitori di essere i primi educatori alla vita cristiana per i figli: ciò che apprendono dalla vostra testimonianza rimarrà impresso per sempre in loro. 

            Il valore del vivere la parrocchia come famiglia di famiglie necessita però anche del confronto tra i ragazzi e questo avviene nei gruppi tra coetanei.

            La riapertura delle scuole consente di riprendere gli incontri in presenza ma tutto, non solo le celebrazioni, deve avvenire nel rispetto rigoroso delle disposizioni che conosciamo: distanziamento, igienizzazione, mascherine, utilizzo in sicurezza dei vari materiali e strumenti di catechesi e di animazione. Abbiamo bisogno della vostra collaborazione per non disperdere ciò che si è vissuto e per programmare i prossimi appuntamenti di aprile e maggio.

            Molto belli sono stati i disegni della croce fatti dai vostri ragazzi; per questo vorrei invitarvi a chiedere ai vostri figli di inviarci ciò che si ricordano del Triduo Pasquale.

            Sabato pomeriggio alle 16.30 o domenica mattina alle 10 (come avete scelto) ci troviamo per celebrare l’Eucarestia nella quale vogliamo mettere in evidenza il rendersi presente di Gesù nel momento della Consacrazione grazie all’invocazione dello Spirito Santo. Cercheremo di far percepire il mistero e suscitare in tutti noi lo stupore dei discepoli e di san Tommaso nel vedere il Risorto e accogliere il dono della sua pace. 

Al termine della celebrazione ci trasferiremo nel salone parrocchiale per un confronto sereno che potrebbe condurci an che a decidere cammini più articolati poiché alcuni ragazzi nei mesi di maggio, giugno e luglio in alcune Messe riceveranno la prima Comunione. Durante l’assemblea i ragazzi potranno giocare o nel campo di basket o in palestra (dipenderà dalle condizioni metereologiche).        


  Avvisi della Domenica 


Cliccare su singolo appuntamento per maggiori dettagli.
Calendario completo qui 
Orario S. Messa

Di norma gli orari sono quelli presentati qui di seguito. In occasioni di particolari festività o ricorrenze gli orari possono essere cambiati, per questo è bene verificare nel Calendario Liturgico della comunità.

Via Piero Della Francesca, 3

ORARIO ORDINARIO
Festivi
Ore 18.00 S. Messa prefestiva
 Ore 8.30
Ore 11.30

Ore 18.00

Prefestiva
Ore 18.00

Feriali
Lunedì - Ore 18.30
Martedì - Ore 8,30
Mercoledì - Ore 8,30
Giovedì - Ore 18,30
Venerdì - Ore 8,30
Confessioni Ciascuno di noi è un peccatore perdonato. Il prete pone al servizio degli altri il perdono ricevuto; il prete è strumento per far incontrare l’Amore che cambia la vitaLa fede è l’incontro con la Misericordia, con Dio stesso che è Misericordia, – il nome di Dio è Misericordia – ed è l’abbandono tra le braccia di questo Amore, misterioso e generoso, di cui tanto abbiamo bisogno, ma al quale, a volte, si ha paura ad abbandonarsi. Confessarsi è atto di fede, di speranza e di carità. Per ben celebrare questo dono si chieda, senza timore, e si “concordi” l’orario per vivere nel doveroso distanziamento sociale questo incontro; non si aspettino gli ultimi giorni prima della Pasqua.

 

NEWS

Quaresima 2021
I bambini del catechismo riflettono sul Crocifisso
Clicca qui

QUI la nuova pagina con aggiornamenti e riflessioni del Parroco


Siamo anche su Facebook

IN EVIDENZA


 -Aiutaci a completare l'ALBUM AMARCORD dei Campi Estivi della Bvi